FORUM Associazione A.M.C. - Leggi argomento - ROMA 15/02: Resoconto dell'incontro con il dr. Lombardi

 




Rispondi all’argomento  [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
ROMA 15/02: Resoconto dell'incontro con il dr. Lombardi 
Autore Messaggio
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2005, 15:06
Messaggi: 2109
Località: Napoli
Messaggio ROMA 15/02: Resoconto dell'incontro con il dr. Lombardi
Salve,
immagino che molti di voi saranno curiosi di sapere com'è andata, cosa ci siamo detti, cosa è successo... e allora vi racconto tutto per bene.

Arrivato a Roma ho conosciuto di persona gli altri 2 prenotati: F1Cund14n (alias Nicola) e il mio "socio" Lanas (alias Luca).. (strano il web vero? :-D )
Allo studio del prof. Lombardi era già presente una ragazza (è una signora ma con questo termine mi sento di invecchiarla troppo :-P ) e dopo poco si sono aggiunti altri 2 ragazzi. Sono rimasto sopreso quando alla domanda "come avete saputo dell'incontro?" mi hanno risposto tutti e tre "dal sito"...
quale sito? non siamo mica gli unici del web mi son detto? e invece parlavano proprio di http://www.associazionecheratocono.it :-D. Abbiamo così scoperto che molti ci seguono anche senza essere iscritti. A questo proposito volevo spendere 2 parole. L'esperienza ci ha suggerito di impostare i Forum in modalità REGISTRAZIONE. Cioè tutti possono leggere ma per scrivere debbono essere registrati. Forse dovremmo impostare il forum in modalità NASCOSTA e cioè entra e vede solo chi è registrato! Non voglio fare questo per vari motivi.. però pregherei i lettori di registrarsi, perchè è buona educazione presentarsi quando si entra in casa di qualcuno, e perchè in qualche modo per noi è utilissimo avere delle conferme e dei riscontri.

Torniamo a noi. Una volta fatte le dovute presentazioni tra noi 6 e il dr. Lombardi (la foto del suo sito è piuttosto datata.. 8-) ) abbiamo visitato tutti i vari laboratori del centro. Il Prof. ci ha presentato i suoi validissimi collaboratori e mostrato le potentissime attrezzature all'avanguardia che pochi hanno (in alcuni casi solo lui). In realtà potevano essere anche vecchi catorci degli anni '30.. non credo che qualcuno di noi se ne sarebbe accorto.. :lol:

In uno dei corridoi si materializza il sogno di tutti i cheratoconici in cerca di conferme e risposte sulla Mini A.R.K. : due bei pazienti appena operati di Mini ARK !!!
Li avremmo bombardati di domande.. se non fosse stato per un piccolo particolare: erano tedeschi! e parlavano a stento inglese! :cry:
A dire la verità non hanno fatto una buona impressione... dagli occhi sembravano 2 tossici.. :twisted: e il loro grado di soddisfazione non sembrava molto alto.. ma a poche ore dall'intervento.. c'è da capirlo!
il dr. Lombardi ci fatto accomodare nel suo ufficio e ha incominciato a illustrarci un pò la storia della ARK, del compianto maestro Fiodorov (lo abbiamo visto in VHS parlare in inglese ad una conferenza) e sugli sviluppi nei vari anni. Il dr. ha proseguito illustrandoci la sua carriera e la sua preparazione influenzata dai vari anni passati in Russia. Una volta arrivati all'argomento miniARK, ovviamente, sono partite le domande a raffica dei 6 presenti. Il dr. ha cercato di soddisfare, in maniera precisa, tutte le nostre richieste mantenendosi ad un livello tecnico non proprio semplice, ma nemmeno fuori portata.

A un certo punto si è unito al gruppo un altro sfigato.. ehm.. un altro paziente affetto da cheratocono. Questo ragazzo (credo sulla trentina) ci ha raccontato la sua storia: affetto da cheratocono nel '99 si è sottoposto a trapianto corneale. In seguito.. avendo anche problemi all'altro occhio ha conosciuto il prof. Lombardi e si è sottoposto alla Mini Ark su entrambi gli occhi.

Dopo un paio d'ore il Prof. ci ha invitato a fare un break con pizze, dolcini e bibite da lui offerte (i maligni lo hanno subito preso come un tentativo di corruzione 8) )
Anche durante la pausa.. abbiamo approfittato per sparare altre domande, alcune delle quali, come si suol dire...senza peli sulla lingua :twisted: non solo sulla mini ARK ma anche sull'agente patogeno.

A proposito di quest'ultimo, dopo la pausa siamo ritornati per un attimo nel laboratorio dove si lavora al trattamento e all'eliminazione dell'agente patogeno. A dire la verità.. non ho capito molto... l'argomento non è alla portata di tutti. Il dr. ha parlato di apparecchio MORA e tecniche di Biorisonanza. Mi pare di aver capito che la stessa macchina viene usata anche per le incompatibilità alimentari. Non ho fatto altre domande poichè si è capito chiaramente che il dr. dosava le notizie sull' A.P con il contagocce, e anche alla mia precisa richiesta sui tempi di attesa per avere informazioni pubbliche su questo parassita, non ho avuto una risposta concreta :?
Per ora quello che abbiamo capito.. è che l'agente patogeno è un parassita. La causa del cheratocono quindi secondo il dr. Lombardi non è di origine genetica ma infettiva, questo significa che si potrebbe infettarlo ad altri. Sottoponendosi quindi a questo trattamento che consiste nel sedersi vicino a una macchina e un PC e nel tenere in mano un aggeggio mentre l'addetto collega dei fili a mani e piedi , l'agente dovrebbe scomparire (scusatemi le informazioni troppo tecniche 8) :lol: ).
Il paziente non avverte quasi nulla durante il trattamento. Dopo la seduta invece viene prescritta una piccola cura da seguire con dei medicinali.
I vantaggi dovrebbero essere: eliminazione dell'agente e quindi del cheratocono; per i pazienti con cheratocono avanzato questo significa ridurre la necessità di ulteriori ritocchi (dopo la Mini A.R.K.) a percentuali bassissime. Per i pazienti con cheratocono iniziale vuol dire.. blocco dell'evoluzione della malattia e conservazione della cornea (con conseguente possibilità, in caso di visus ottimale, di evitare qualsiasi chirurgia!).
La ragazza (mi perdoni ma non ricordo il nome) del nostro gruppo ci ha raccontato di essersi sottoposta al trattamento A.P. il giorno precedente. Ovviamente nessun grosso beneficio visivo apprezzabile... solo la scomparsa dei bruciori che la accompagnavano quotidianamente.

Successivamente ci siamo spostati di nuovo nell'ufficio del dr. e mentre gli altri erano fuori a "inciuciare" io mi sono intrufolato per assistere alla visita di controllo dei 2 tedeskozzi. Ebbene .. ora posso dire.. IO C'ERO! IO L'HO VISTO CON I MIEI OCCHI! :shock: :shock: .. belle, affascinanti, chiare (tipicamente tedesche), ingrandite nel monitor affianco alla macchina.. ho visto per la prima volta IN DIRETTA le cornee (fresche operate) con le incisioni eseguite secondo la tecnica Mini A.R.K. !!!
Anche se degne di un film horror, o di un grande Kubrick, non mi hanno fatto per niente impressione.

Liquidati i tedeschi con un grande "Be strong!", siamo passati alle analisi delle mappe corneali. Un paio del gruppo hanno tirato fuori le proprie per avere un riscontro diretto. Poi il dr. ci ha mostrato le differenze nelle mappe di altri pazienti operati PRE-POST Mini A.R.K.

In tutto questo si sono fatte le 17:10 (ma non dovevamo finire alle 16 ?!?!) e io mi sono improvvisato centometrista per non perdermi il treno del ritorno. Gli altri sono rimasti mi pare fino alle 19:00 per cui.. lascio a qualcuno di loro il completamento della cronaca.


Complessivamente, mi aspettavo una lezione molto più tecnica, e invece.. complice il Prof. Lombardi (che ama chiacchierare e divagare su argomenti per niente inerenti all'oculistica :P ), complici le poche ore che sono scivolate subito via, siamo riusciti a concludere ben poco.
Tutto sommato, per quanto mi riguarda, ne è valsa la pena. Mi son fatto 3 ore e mezza di treno all'andata e altrettante al ritorno, ho speso 40 euro di biglietti e perso una giornata di lavoro... eppure.. è stata una bella esperienza, e lo rifarei. Anch'io come tutti gli altri avevo da fare, anch'io avevo altri impegni, ma considero i miei occhi "una causa più che giusta" per fare qualche sforzo e qualche sacrificio in +. Finalmente posso associare dei volti a quelli che finora erano soltanto "nick", credo di avere una visione più chiara della tecnica Mini A.R.K. e di tante altre cose relative al cheratocono. Alla fine... le nozioni tecniche si dimenticano il giorno dopo... le barzellette e gli aneddoti del Prof. Lombardi e l'esperienza degli altri pazienti rimarranno per sempre.
Purtroppo.. se da un lato l'incontro mi ha aiutato a sciogliere molti dubbi.. dall'altro .. ho ancora qualche perplessità. Ho pensato molto durante le ore in treno.
Il problema.. è che è difficile intraprendere una strada che tutto il mondo sembra sconsigliarti. Il problema vero.. è che le persone che "sconsigliano", non sanno come è fatta quella strada, non sanno in che modo la si può percorrere, non sanno dove realmente porta, sanno dirci soltanto che è sbagliata.
Come tutti i malati di KC ho avuto (e ho) grossi dubbi sulla mini ARK e allora ho cercato qualcosa che mi rassicurasse, qualche garanzia. Allora ho trovato le testimonianze sul web di pazienti felici che parlano del KC come un problema ormai passato. Mi son detto.. "saranno false queste email", e allora ho cercato di contattare persone vere, reali! Ho visto con i miei occhi 2 pazienti operati... e quindi mi sono accertato che la tecnica davvero funziona in quel modo... ma mi son chiesto "come vedranno quei 2 tra qualche anno?".. e allora ho trovato un ragazzo che si è sottoposto alla miniARK anni addietro e contento di aver dimenticato il termine cheratocono..
.. insomma il punto è "Cosa serve per convincermi seriamente che quella tecnica funziona?" "di quale prova ho realmente bisogno?" e infine..
"Basterà il SI di qualcuno dell' Establishment a farmi cambiare idea?"
... non lo so ancora.... :?:

PS: Qualcuno mi corregga se ho detto ca***te


Ultima modifica di scaistar il martedì 12 dicembre 2006, 19:59, modificato 2 volte in totale.



mercoledì 16 febbraio 2005, 20:21
Profilo
Fondatore AMC
Fondatore AMC

Iscritto il: sabato 12 febbraio 2005, 13:53
Messaggi: 1223
Località: Imperia
Messaggio 
Scaistar, a proposito di anonimato io lo odio, infatti mi sono registrato con il mio nome e cognome.
Ho letto con attenzione la tua relazione, e devo dire che non mi sorprende affatto l'entusiasmo e l'angoscia che mostri, purtroppo si tratta di nozioni tecniche e termini difficili ma... sotto sotto è la nostra vista :roll: che ci fa avere tanti timori.
Comunque io quasi certamente vado a Milano il 23 p.v., l'unica cosa che me lo potra impedire è una partecipazione ufficiale ad un cerimonia al Quirinale... infatti il 23 viene consegnata la medaglia d'ora al valor civile alla Croce Rossa Italiana associazione di cui faccio parte da circa 30 anni (solo il ch. è da più tempo insieme a me).
Comunque non disperiamo spero che tutto si risolva bene, specialmente i dubbi che abbiamo sulla mini-ark (e anche sulle altre tecniche).
Approfitto di questo sito per invitare Dany (scusami se non ti ho chiesto il permesso di fare il tuo nome) a scrivere la sua esperieza sul forum, visto che si è operata di mini-ark.
Giuseppe


mercoledì 16 febbraio 2005, 22:51
Profilo
Fondatore AMC
Fondatore AMC
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 31 gennaio 2005, 13:28
Messaggi: 970
Località: malcesine (Verona)
Messaggio incontro a milano 23/02/2005
A Milano ieri eravamo in 6, io 4 di noi erano partecipanti al forum mentre 2 erano pazienti di lombardi già operati di mini ark circa 1 e 2 anni prima,
cosa dire siamo gente che fa ricerche da anni e per anni si è anche informata sulle tecniche
del dott Lombardi, perciò non posso dire di aver fatto grandi scoperte, di sicuro sono contento di aver partecipato all’incontro, di aver conosciuto di persona il dott. Lombardi e di aver dato un volto a chi come me partecipa al forum.
All’incontro si è parlato di mini ark di agente patogeno e mappe corneali, e stato un incontro abbastanza informale come ho detto prima è servito più per conoscerci meglio,
abbiamo potuto vedere al ( microscopio) o uno strumento simile non vorrei dire eresie
le cornee della ragazza operata 2 anni fa, abbiamo ascoltato i racconti dei 2 ragazzi che ha loro dire
anno sicuramente migliorato la loro qualità della vita anche se persistono alcuni problemi
(il ragazzo a problemi con la visione notturna, soprattutto a guidare i fari delle altre macchine e le luci in lontananza gli danno parecchio fastidio) tirando le somme della sua condizione per e post operatoria dice comunque che rifarebbe di nuovo l’intervento.
Io personalmente mi sto organizzando per andare a Roma per fare la cura dell’agente patogeno,
da qualche parte devo pur cominciare a fare qualcosa e anche se non mi sono mai interessato a medicina alternativa (non vorrei aver sbagliato anche questo termine) mi sottoporro a questo trattamento seguendo per filo per segno i consigli del dott. Lombardi, continuerò a scrivere su questo forum le mie impressioni e eventuali benefici che questa cura mi potrà portare.
Voglio fare 1 precisazione io non sono pro e non sono conto a niente sulla mia pelle e su il mio portafoglio voglio provare per me stesso questa tecnica, quello che scriverò dora in avanti sono solo mie impressioni e se saranno positive non ho voglia di nuove polemiche tipo nuovo adepto di lombardi, scrivo questo perché ultimamente mi è capitato di cercare di contattare persone gia operate di mini ark chiedendogli di partecipare al forum e raccontare la loro storia ma in molti ho sentito il timore di essere attaccati come appunto adepti o venduti.
So che per chi è nelle nostre condizioni (soppratutto di stanchezza psicologica in una ricerca
Estenuante e molte volte priva di risultati attendibili) mantenere la calma è sempre più difficile,
tenere la discussione in toni pacati diventa a volte impossibile, ma è vero anche che se voliamo
testimonianze o il supporto di altri occultisti nel momento che ce lo forniscono non dobbiamo fare l’errore di attaccarli su tutti i fronti ma dobbiamo tenere un tono più pacato e di rispetto
(domandando certo tutte le delucidazioni possibili ma senza sarcasmo e con più educazione possibile)
questo non e un rimprovero hai partecipanti al forum ma nasce da un attento e personale esame di coscienza ( io personalmente forse a volte più degli altri ho un atteggiamento che non mi piace
nel confronto di chi mi vorrebbe aiutare).
Spero che questa mia lettera non inneschi nuove polemiche.
Per qualsiasi chiarimento sull’incontro di Milano resto a vostra disposizione


giovedì 24 febbraio 2005, 13:44
Profilo
Nuovo iscritto

Iscritto il: martedì 15 febbraio 2005, 18:06
Messaggi: 19
Messaggio 
Gentile Max,
vorrei chiederti se il Dott. Lombardi ha aggiunto qualcosa circa l'agente patogeno. Io ero presente all'incontro romano con Sacistar, Lanas, etc ma Lombardi non si è slacciato più di tanto circa l'agente patogeno, chissà forse a Milano con voi ha aggiunto qualcosina in più...?
Ciao Francesco.
ps: Se ti senti di integrare rileggendo la "dettagliata" mail di Scaistar con altre informazioni che forse a Milano sono state aggiunte te ne sarei grato.


giovedì 24 febbraio 2005, 16:29
Profilo
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2005, 15:06
Messaggi: 2109
Località: Napoli
Messaggio 
Ciao Max e grazie per la testimonianza. Concordo pienamente con tutto quello che dici. Non vedo proprio cosa c'è da "sentirsi attaccati" se qui si sta chiedendo solo di PARLARE LIBERAMENTE. Cmq ognuno è libero di fare quello che vuole.


giovedì 24 febbraio 2005, 16:37
Profilo
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: martedì 25 gennaio 2005, 17:04
Messaggi: 2163
Messaggio 
Ciao Max grazie per il racconto,
sono d'accordo con te bisogna abbassare i toni non c'è dubbio,
il mio appello a fare considerazioni verificabili, e non fondate solo sulle opinioni personali che più volte ho lanciato, era volto proprio a questo,
qui non si tratta di essere da una parte o dall'altra, ma di mandare un
messaggio a tanti che di ck e mini ark ne sanno poco, pur avendo il ck.
si tratta di fare informazione, ne satira ne pubblicità
:shock: da una parte abbiamo la medicina ,che se pur non condivisibile da tutti ha la sua posizione ,le sue leggi, e i suoi protocolli.
Dall'altra abbiamo un insigne dottore, che pratica una tecnica non accettata , ma che sembra dare buoni risultati, bisogna però ammettere
che chi vi si sottopone ne assume tutti i rischi, visto che sicuramente in sede preoperatoria dovrà firmare un consenso , che libererà il chirurgo da responsabilità.
Per questo è giusto pretendere massima trasparenza e prove oggettive su questa tecnica, ma attenzione, non siamo noi malati a doverle produrre bensì chi ci propina l'intervento e per questo viene giustamente ricompensato.
Teoremi del tipo la medicina ufficiale mi boicotta, francamente non sono credibili,non facciamo un caso DI BELLA solo per giustificare certe situazioni.
Quindi se da parte dei partecipanti a questo forum ci vuole più rispetto, è anche vero che la cosa è reciproca, non possiamo accontentarci del con me o contro di me.
Per finire non smettero mai di ripeterlo:
Non mi interessa come ci vedono i pazienti operati dopo un anno o 2
voglio le mappe di quelli operati 10 /15 anni fa.
In difetto io non mi fiderò mai di questa tecnica e alzi la mano chi pensa convinto il contrario. Aggiungo inoltre che vorrei prova che i casi di operati di M. aARK che hanno subito un trapianto di cornea questo abbia avuto un decorso regolare.
Non mi sembra di essere arrogante o maleducato , ma se non la pensate così non vedo cosa ci sto a fare su questo forum.
In gamba a tutti.


giovedì 24 febbraio 2005, 17:32
Profilo
Fondatore AMC
Fondatore AMC
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 31 gennaio 2005, 13:28
Messaggi: 970
Località: malcesine (Verona)
Messaggio 
purtroppo per voi prima di scrivere la mia testimonianza avevo già riletto quella di scaistar, sull'agente patogeno non ci sono stati grossi sbilanciamenti , il dott. a solamente precisato che se 1 persona si prende l'impegnio di sottoporsi alla cura dell'agente patogeno deve seguire tutte le indicazioni (cura a casa e varie modifiche non precisate al propio abitat esempio il ragazzo operato di mimi ark ha fatto in seguto il trattamento anti agente patogeno ha dovuto togliere le piombature nei denti e dorme su un materasso particolare magnietico o antimagnietico sicuramente sto straparlando comunque un materasso particolare) e fare i vari controlli
insomma il succo del discorso era se lo fate cercate di farlo bene il che mi sembra abbastanza ragionevole.
per il resto non si è sbottonato minimamente.
pS. all'inconto c'era anche ciccio81 membro del forum e diceva che
anche un suo conoscente (mi sembra di ricordare che a un centro benessere) aveva le stesse teorie sulla validita di tali apparecchiature.
ti prego ciccio81 vienimi in aiuto che stò andando ha tentativi.


giovedì 24 febbraio 2005, 20:05
Profilo
Utente attivo
Utente attivo

Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2005, 16:41
Messaggi: 62
Località: Sassari
Messaggio 
scusate, voi che avete incontrato il Prof.Lombardi avete capito in che Istituto lavora? di cosa è Professore? tante persone hanno fatto questa domanda ma lui non risponde.. voi che l'avete incontrato avete capito?


giovedì 24 febbraio 2005, 20:45
Profilo
Utente attivo
Utente attivo

Iscritto il: giovedì 20 gennaio 2005, 19:34
Messaggi: 35
Località: Montegrotto Terme (PD)
Messaggio 
ciao max, innanzi tutto il mio nick non e ciccio81 ma ciocci81 :)

E' esatto quello che dici tu!
Il padre di un mio amico ha aperto un centro di benessere adottando per i "malati" cure basate su naturopatia, omeopatia ecc. ecc. e diciamo che si è scisso dalla filosofia medica tradizionale (é un ex farmacista tra le altre cose).
Suo figlio che da un po' purtroppo ho perso di vista, mi raccontava che suo padre utilizza una macchina (scusate il termine poco tecnico!)per la diagnosi di tutte le patologie del corpo dalla testa ai piedi.
In soldoni funziona così: si sale a piedi nudi su una piastra metallica placcata in oro e contemporaneamente si tengono in mano 2 "manopole" metalliche sempre placcate in oro.
Vengono attivate delle microtensioni elettriche o qualcosa di simile e si va così a fare una vera e proria scansione di tutto il corpo.
Si potranno andare così a fare diagnosi su qualsiasi organo, tessuto arto ecc. ecc.
Per concludere vi informo che "la macchina" proviene dalla Russia, io non l'ho mai provata su di me e la descrizione che vi riporto è il più possibile fedele a quanto mi ha raccontato 'sto mio amico.
Infine mi scuso per la terminologia sicuramente poco tecnica e vi prometto che se avrò maggiori informazioni, ve le farò sapere.
Ciao a tutti, in particolare ai partecipanti all'incontro di ieri a Milano, dottore compreso.


ciocci81


giovedì 24 febbraio 2005, 20:56
Profilo
Fondatore AMC
Fondatore AMC

Iscritto il: sabato 12 febbraio 2005, 13:53
Messaggi: 1223
Località: Imperia
Messaggio 
Come Max ed altri anche io ho partecipato all'incontro di Milano e devo dire, letta la relazione di scaistar, che certamente non mi aspettavo grosse novità ho solo cercato di capire meglio sia la tecnica mini ark che l'agente patogeno, per quest'ultimo devo dire che le mie perplessità sono aumentate, poichè ho la tendenza che per fare qualcosa devo conoscere cosa fare (proprio ieri sera ho partecipato ad una lezione (come docente) in un corso di primo soccorso e la termine del mio intervento uno dei presenti mi ha fatto i complimenti per l'esposizione dell'argomento ma ha anche detto che ho pronunciato 6 volte la frase ""CAPIRE PER AGIRE" e quindi finchè non avrà le idee chiare (abbastanza sulla mini ark) sull'agente patogeno non mi sottoporrò mai a nessun trattamento se non saprò esattamente che cosa è, cosa prenderò di medicine (sono scettico per le medicine omeopatiche) e cosa di medicine tradizionali.
Per quanto riguarda il dr. Lombardi mi sembra una persona sicura di quello che dice, certamente ha una elevata esperienza chirurgica. Opera in strutture pricate (a Milano) e io uno studio medico a Roma (Dove si è svolto l'incontro di roma).
A conclusione di questo intervento dico solo questo "benvengano tutti coloro che fanno qualcosa per il cheratocono", però a tutti chiedo, siate chiari e ..... per favore non screditatevi tra colloghe, maestri o allievi, però ricordate TUTTI che al centro di tutto il paziente è un ESSERE UMANO, con i suoi pregi e si suoi difetti.
Ciao a tutti. Giuseppe
P.S. ho chiesto ad una amica, operata di mini ark, di dare il proprio contributo sul forum spiegando nei dettagli la propria esperieza.


Ultima modifica di Giuseppe Giannattasio il lunedì 28 febbraio 2005, 8:43, modificato 1 volta in totale.



venerdì 25 febbraio 2005, 8:56
Profilo
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 27 dicembre 2004, 19:17
Messaggi: 195
Località: Roma
Messaggio dati su lombardi
Pietro ha scritto:
scusate, voi che avete incontrato il Prof.Lombardi avete capito in che Istituto lavora? di cosa è Professore? tante persone hanno fatto questa domanda ma lui non risponde.. voi che l'avete incontrato avete capito?


Avendo fatto un pò di ricerche vi riporto quanto so :
E' "PROF." perche ha lavorato all'università di Chieti e di ROMA come docente. Penso che siano cose che si possano verificare agevolmente.
Il dott. Lombardi ha lavorato per una 15ina di anni alla "clinica di villa speranza" a Roma (le 2-3 pubblicazioni sulla mini-ark degli anni 90 escono da lì) ma da un pò di anni ha una sua clicnica privata con un suo staff (5-6 medici). (più studio che clinica)

il cv di lombardi è qui

http://www.lombardieyeclinic.com/index.php?sez=2&sub=3

Tra il suo staff segnalo anche il Dott. Victor Glazko (russo)

http://www.lombardieyeclinic.com/index.php?sez=2&sub=20
che ha un "discreto pedigree".

Infine: non che conti qualcosa, ma solo a scopo di cronaca, il Dott. Lombardi all'incontro a Roma ci ha fatto vedere varie videocassette con registrazioni di quando è intervenuto in TV negli anni 90 (medicina33, magalli, costanzo show, addiruttura quando Fydorov andò da celentano a "Fantastico") per presentare in Italia la cheratotomia radiale come rimedio alla miopia. Questo per dire che, sicuramente all'epoca (primi anni 90) era molto conosciuto.
Ci ha anche raccontato come questi inteventi in TV dove si parlava di un rimedio totale alla miopia (all'epoca una cosa rivoluzionaria) crearono grossi problemi con gli altri Oculisti Italiani.
Secondo il racconto da qui nasce un certo ostracismo che i colleghi hanno nei suoi confronti.

ciao
lanas

_________________
LANAS - 31 anni - maschio
Cheratocono unilaterale dal 2001
OS cheratocono 2° stadio stabile / OD normale
Correzione con occhiali. Visus con correzione OS=7/10 OD=10/10

http://lanas.giovani.it


venerdì 25 febbraio 2005, 16:10
Profilo WWW
Utente attivo
Utente attivo

Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2005, 16:41
Messaggi: 62
Località: Sassari
Messaggio 
nel curriculum di lombardi non compare che abbia mai fatto un concorso di Professore associato per l'Università. Solamente i professori di I o II fascia possono avere il titolo di Professore medico. Bisogna avvertire il Prof. Lombardi di specificare chiaramente nel suo curriculum come, dove e quando sia diventato professore perchè ho sentito parlare di abuso di titolo.. ciò gli farebbe fare una figura vergognosa e noi certo non vogliamo che succeda questo!


venerdì 25 febbraio 2005, 20:07
Profilo
Nuovo iscritto

Iscritto il: sabato 12 febbraio 2005, 6:39
Messaggi: 13
Messaggio 
Queste tecniche basate su applicazioni di tensioni elettriche mi riportano sempre alla cura della dottoressa Hulda Clarke basate appunto sullo Zapper e successivi accorgimenti per il mantenimento ....la metodologia è simile, se non identica

Vi consiglio di dare un'occhiata a:
http://www.forumcommunity.net/?f=108629

http://www.xmx.it/


sabato 4 marzo 2006, 4:43
Profilo
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2005, 15:06
Messaggi: 2109
Località: Napoli
Messaggio 
scusa in definitiva che vuoi dire?
è una cavolata?
è un metodo che funziona?

_________________
“Live Together, Die Alone”


sabato 4 marzo 2006, 10:43
Profilo
Nuovo iscritto

Iscritto il: sabato 12 febbraio 2005, 6:39
Messaggi: 13
Messaggio 
voglio dire che probabilmente le tecniche usate dal Lombardi si rifanno in qualche modo ad altre tecniche già sperimentate....
Sul fatto che funzionino o meno non possiamo far altro che basarci sui risultati concreti ottenuti....io non sono ne un medico ne uno scienziato e quindi non posso assolutamente valutare la bontà o meno di tale metodo posso soltanto dirti che ho sperimentato lo zapper per altri problemi e ne sono pienamente soddisfatto....rimane però il fatto che tale apparecchio non è riconosciuto dalla medicina ufficiale....
Visto che il meccanismo di eliminazione del parassita del Prof. mi sembra del tutto simile a quello dello zapper invito appunto tutti a leggere queste pagine riguardanti l'argomento...se non altro per riuscire a capire o per lo meno intuire qualcosain più :)


sabato 4 marzo 2006, 17:28
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
cron
Copyright 2004-2010 ASSOCIAZIONE MALATI CHERATOCONO ONLUS © A.M.C.
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it